Newsletter Contatto     Upload     Cerca
La bruttezza

La bruttezza

Visite: 558

La bruttezza

Ha mandato la sua foto al club dei cuori solitari e gli è tornata con la scritta: "Non siamo così solitari".

Quando nacque non gli diedero il certificato di nascita, bensì una fattura.

Quando piange, le lacrime dell'occhio destro scendono sulla guancia sinistra.

E' talmente strabica che guarda nel buco della serratura con entrambi gli occhi.

Bevo perché è più economico bere che mandare mia moglie all'istituto di bellezza.

E' nato col parto cesareo. Come la madre vide la testa, cercò di non lasciarlo uscire.

Se vuole entrare in una colonia nudista lo costringono a indossare un soprabito.

Davanti alla sua finestra c'era un guardone che dormiva.

Quando si sposò gli invitati baciarono il marito.

Tengono la sua foto sul caminetto per tenere lontani i bambini dal fuoco.

Siccome aveva pochi capelli, si sottopose a una cura di ormoni.
Ora ha una chioma che arriva fino alle caviglie.
Solo che parte dalle cosce.


Un giorno s'è persa.
Quando l'hanno descritta alla Polizia non ci volevano credere.

La prima notte di nozze, il marito assunse un sostituto per far l'amore con lei.

Era talmente brutta che la Mutua le pagò la chirurgia plastica.

Una volta si fece la maschera di bellezza di fango.
Per tre giorni fu favolosa.
Poi la maschera si ruppe.

Dove le altre ragazze hanno curve, lei ha delle deviazioni.

Ha tante rughe sulla fronte che il cappello se lo deve svitare.

E' talmente brutta che come sistema anticoncezionale le è sufficiente tenere la luce accesa.

Quando si spoglia l'inquilino della casa di fronte chiude le tende.

Guardarlo è considerato un rimedio contro il singhiozzo.

Ha avuto un bambino.
Per allattarlo lo deve bendare.

E' un bambino così brutto che bisognerebbe mettere una veneziana sulla carrozzina.

Lasciò il suo corpo a disposizione della scienza e la scienza lo rifiutò.

I suoi piedi erano talmente grandi che doveva infilarsi i pantaloni dalla testa.

Di lei conservo una radiografia.
E' bella dentro.


Abbonati al mio Feed  Seguimi su Facebook  Seguimi su Twitter