Newsletter Contatto     Upload     Cerca
Ora e sempre automobilista

Ora e sempre automobilista

Visite: 439

Ora e sempre automobilista

(Gioele Dix)
Sono molto contento che siate qui... Sprizzo gioia da tutti i pori...Io sono un automobilista ed essendo un automobilista sono sempre costantemente in ...zzato come una bestia...
Sono arrivato qui in autostrada... Bella esperienza, l'autostrada... Quanto mi piace l'autostrada... Fermarsi all'autogrill... Quanto mi piace... Quanto mi piace? Poco, pochissimo mi piace!...

Già la parola: autogrill... Chi l'ha pensata? Cosa vuol dire? Cosa significa autogrill? Che è in corso una grigliata e ci si può servire da soli? Che vuol dire? E perché su tutti gli autogrill c'è sempre scritto: Aperto 24 ore su 24? Di quante ore è il giorno? Ventiquattro. E allora è assolutamente inutile contare quelle in cui resta aperto, se sono tutte.

Sarebbe come dire: Aperto tutti i giorni compreso lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato e domenica... Capisco foste aperti, che ne so, venti ore su ventiquattro; allora avreste ragione a specificare il numero di ore... Scrivete Aperto sempre... Anzi, scrivete solo Aperto... Anzi, non scrivete niente, lasciate la porta aperta e finisce la storia...

La verità è che quelli vogliono farti pesare il fatto che restano sempre aperti, è come se ti dicessero: "Vedete, mentre voi ve ne andate su e giù come degli imbecilli per l'autostrada, noi ci sobbarchiamo il sacrificio di restare aperti, voi potreste persino non passare per mesi, per anni, ma noi saremo sempre aperti "...

E vorrei anche vedere che foste chiusi! Mica avrete costruito un autogrill per tenerlo chiuso... E poi, dovete tenerlo aperto sempre, altrimenti sai quanti automobilisti rimarrebbero chiusi dentro la notte, persi nel mare di mortadelle biscotti e cappellini della Ferrari, disperati perché erano entrati per telefonare alla famiglia e non hanno più ritrovato l'uscita...

Parliamo di cartelli... Ora, io mi domando: ma ci vanno in macchina quelli che concepiscono i cartelli? No, no che non ci vanno! Altrimenti saprebbero che cosa è utile dire in un cartello stradale... E soprattutto come dirlo...

Esempio. Autostrada del Sole, verso Orvieto o giù di lì, confine fra Umbria e Lazio, zona stupenda peraltro... Improvvisamente, sulla destra, grande cartello dipinto - fanno i pittori! - con dei disegni sopra che se li facesse mia figlia alle elementari, la maestra mi manderebbe a chiamare e mi direbbe: "Sa, sua figlia è obiettivamente un pò indietro"... una collinetta, degli alberelli, un fiume... e sotto scritto: "LE VALLI DEL TEVERE"... Ma che vuol dire Le valli del Tevere?...

Prima di tutto, le valli del Tevere sono un po' meglio di quella porcheria che avete disegnato... E poi ci sono già io in mezzo alle valli del Tevere! Ci sto viaggiando dentro! Credete che non lo sappia? Credete che non mi guardi attorno?

Evidentemente si sono convinti che esiste una categoria di automobilisti che si distraggono e si smarriscono... Magari sono soprappensiero, prendono uno svincolo a caso, fanno tre, quattrocento chilometri, a un certo punto leggono: LE VALLI DEL TEVERE... Oddio! E io che credevo di essere sulla TorinoAosta!

Oppure... Grande cartello sulla sinistra, con due lampeggianti gialli sopra che si vedono da lontano e che ti mettono un'ansia spaventosa... Porca miseria, che sarà successo? Lavori in corso? Un incidente? Un Tir rovesciato in mezzo alla carreggiata? Allora rallenti... Ma è pericoloso rallentare stando sulla corsia di sinistra, hai paura che il camion sulla destra ti stringa, c'è uno col Volvo dietro che ti ha già piazzato tutti i fari che ha sul lunotto, ti avvicini, ti prepari al peggio... BUON VIAGGIO!...

Ma allora siete imbecilli! Come Buon viaggio? Sono partito sei ore fa e adesso mi dite Buon viaggio? Che poi per leggere il vostro f…to cartello di auguri per poco mi ammazzo!...
A proposito di luci lampeggianti...

Parliamo di certe luci lampeggianti, quelle, per intenderci, che tutti possiamo far lampeggiare a piacimento, ogniqualvolta ci garbi, basta che noi si prema quel tastino che abbiamo a disposizione, quello con sopra tanti triangolini uno dentro l'altro, grazie al quale le frecce davanti, le frecce dietro, contemporaneamente... PH! PH!... Luci di emergenza...

Ora io, che sono un automobilista, ed essendo un automobilista sono anche un cultore della storia dell'accessorio, io so benissimo che le luci di emergenza sono state inventate in Germania e so che fino a una ventina di anni fa erano totalmente sconosciute in Italia, al massimo le notavi con curiosità sulle Mercedes di qualche turista a Rimini...

Dunque, le doppie frecce le hanno inventate i tedeschi... Solo che i tedeschi sono gente seria, rigorosa, attenta... e quell'accessorio l'hanno sempre usato correttamente, non hanno avuto nemmeno bisogno di spiegazioni, di leggere attentamente le istruzioni... Si chiamano luci di emergenza e perciò vanno usate soltanto in casi veramente d'emergenza...

Facciamo un esempio... Il tedesco si trova: di notte... nella Foresta Nera... con la macchina in panne... bufera di neve in atto... lupi affamati circondano la sua automobile... cinquantaquattro Tir fanno la gara del chilometro lanciato a fari spenti nella sua direzione... un gruppo di neonazisti armati lo vogliono ammazzare perché non ha l'impianto a gas!... Allora il tedesco, vedendosela un po' brutta... PH! PH!... mi sembra anche il caso!

Qui in Italia, invece, consideriamo emergenza... il puro e semplice emergere di un'idea, di una cosa da fare...

Per esempio, tu stai andando per la tua strada, anzi non stai andando, sei in coda, ti muovi a passo d'uomo, sei già nervoso di tuo, ti saltano sei appuntamenti, non hai alcuna voglia di scherzare, quando improvvisamente a quello davanti viene in mente: "Devo comprare le paste! "... E allora... PH! PH!... mette le luci d'emergenza, si ferma in mezzo alla strada e se ne va... Ma ti sembra un'emergenza? Queste "PH! PH!" sono diventate l'alibi per commettere qualunque vaccata!

E non puoi dire nulla, no, perché se tu lo guardi, se protesti, quello ti guarda a sua volta e ti fa il segno PH! PH!... E che vuol dire PH! PH? Vuol dire: "Ciao! Ciao! ci vediamo fra un po', comprati le paste anche tu! "...

Ma se c'è un cartello che più di tutti mi fa in ...zzare come una bestia, è quel cartello che trovi un po' ovunque, nelle città, nelle periferie, negli svincoli autostradali, dappertutto... In ogni caso, ovunque ti serva sapere rapidamente, con chiarezza, dove ti conviene andare, se a destra, se a sinistra, se ancora diritto...

È buio, non conosci la zona, ti hanno già depistato più volte, stai per imboccare un cavalcavia, hai dietro una coda di macchine schiumanti rabbia, in senso contrario fari che ti accecano, devi decidere in pochi istanti... e vedi un cartello... meno male, pensi... lo leggi... TUTTE LE DIREZIONI... Ma come Tutte le direzioni!

Che cavolo stai dicendo? Se vado a destra, non posso andare anche a sinistra! Come faccio ad andare da tutte le parti contemporaneamente? Cosa sono, Batman?
Io sono un automobilista, ed essendo un automobilista, sarò sempre costantemente in ...zzato come una bestia.


Abbonati al mio Feed  Seguimi su Facebook  Seguimi su Twitter